Iscriviti alla newsletter

Back

Dopo le feste ci sentiamo tutti un po’ più appesantiti: vi raccontiamo come ottenere dei selfie perfetti per mantenere in forma almeno il vostro profilo social.

Specchio specchio delle mie brame, chi si fa i selfie migliori del reame?

Kim Kardashian, ovviamente. Ma anche un sacco di VIP di casa nostra. I  migliori, a quanto pare, vengono fatti proprio in bagno, a testimonianza che l’italiano ama spendere tempo alla toilette anche senza che ci sia di mezzo la fisiologia. Il selfie, si sa, è il nipote dell’autoscatto, a sua volta discendente dall’autoritratto. E cosa hanno in comune queste tre tecniche visive se non la presenza di uno specchio che ci aiuti a riflettere esattamente l’immagine di noi stessi che vogliamo presentare al mondo?

Oltre al bagno, però, bisogna considerare che uno dei posti preferiti degli italiani è la tavola, soprattutto durante le feste: si calcola infatti che la popolazione ingrassi in media tra i due e i cinque chili nel periodo natalizio. Il che crea dei problemi alla salute, ma anche ai profili social: come postare un proprio selfie se là dove c’era un mento, ora ce ne sono quattro?

Vediamo dunque di ripassare alcune delle tecniche più usate per ottenere dei selfie ineccepibili, nonostante i panettoni:

Angolo, angolo, angolo

Troppo alto, e sembrerete dei cuccioli di labrador con la testa grandissima. Troppo basso, e magicamente appariranno tutti i menti del mondo. L’angolo giusto per farsi un selfie è direttamente di fronte a sé, con il telefono leggermente inclinato verso il basso.

Luce please

Il trucco per un effetto naturalmente senza imperfezioni è usare la luce naturale. Mettetevi vicino a una finestra, ma attenzione che non vi batta in faccia il sole, o splenderete come una supernova. Meglio usare una luce soffusa, come quella di una candela. In ogni caso, cercate di evitare di usare il flash e le luci fluorescenti onde evitare che si notino quelle occhiaie che avete coltivato con tanta cura al veglione.

Con quella faccia un po’ così…

Qual’è l’espressione giusta per un selfie? Sicuramente un bel sorriso. E’ ora di dire basta alle facce corrucciate e contratte in un misto di odio e “oddio ho mangiato un limone”. Vale la pena esercitarsi un po’ e scoprire quale sia il punto giusto in cui valorizzare il proprio viso, senza ricorrere a pose forzate.

Location

Se è vero che il selfie è un po’ il ritratto ideale che vorremmo dare di noi, allora è importante scegliere bene dove scattarlo. Oltre al bagno, esiste un mondo intero che aspetta di essere fotografato insieme a noi!

Usate un’app

Se proprio tutto dovesse andar male e al 30esimo scatto ancora non aveste trovato la posa giusta, vi potete sempre affidare ad un app. Ce ne sono moltissime, fatte apposta per  massimizzare i vostri scatti. Tra le più popolari, segnaliamo Facetune, che offre la possibilità di correggere le piccole imperfezioni in stile Photoshop.  Unico difetto: è a pagamento. Perfect365 offre le stesse potenzialità, ma a zero costi.

Send this to a friend