Iscriviti alla newsletter

Back

Andiamo alla scoperta delle Marche, una regione con una concentrazione di parchi naturali fuori dal comune perfetti per un Ferragosto all’aria aperta.

Sono passati quasi due anni dal terremoto che ha stravolto l’Italia proprio al suo centro. La regione colpita in modo più drammatico dal sisma, le Marche, ha attraversato e sta attraversando un periodo di rinascita e ricostruzione per guarire dalle tante cicatrici lasciate da quei giorni difficili. Allo stesso tempo, proprio in questo territorio meraviglioso, la natura e gli uomini hanno dimostrato di non voler cedere alla paura continuando a lavorare per ritornare alla serenità. Abbiamo chiesto ai Concessionari Sebach di darci qualche indicazione su come passare un Ferragosto da favola, e la risposta è stata univoca: scoprire i Parchi Naturali, di cui le Marche sono particolarmente ricche. Se volete scappare dalla ressa delle spiagge, ecco alcune indicazioni utili.

Il Parco Naturale del Monte San Bartolo

Cominciamo allora dal nord delle Marche, ovvero dalla Provincia di Pesaro e Urbino, dove Astra Soc. Cons. a.r.l si occupa della distribuzione dei nostri bagni mobili, che ci ha parlato del Parco Naturale del Monte San Bartolo. Si tratta di una riserva naturale aggrappata alla spiaggia che sale su colline verdi che si estende per circa 1600 ettari percorribili a piedi o in bicicletta, da cui si godono scorci mozzafiato sulla costa marchigiana e tanti incontri con la fauna locale.

Il Conero per bagni indimenticabili

Viaggiando verso sud, il nostro concessionario per la provincia di Ancona e Macerata, Italspurgo srl, si trova a Loreto, che è famosissima tra i pellegrini grazie al suo santuario, ma anche per essere a un passo da uno dei luoghi più amati dai turisti italiani, ovvero il Parco Naturale Regionale del Conero. Distribuito tra i comuni di Ancona, Camerino, Sirolo e Numana, dal parco è possibile accedere a tante spiagge incontaminate, ma anche a sentieri stupendi che si srotolano tra boschi e macchia mediterranea, percorribili a piedi, in bici, o a cavallo.

Nella stessa zona, ci segnalano un altro bellissimo parco, molto amato da scalatori e amanti della roccia. Si tratta del Parco Nazionale della Gola Rossa e di Frasassi, dove sono presenti moltissime vie rocciose destinate agli alpinisti e agli appassionati di arrampicata sportiva.

Il cuore che non smette di battere: i monti Sibillini

Al centro delle Marche, sul confine con Umbria e Lazio, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini svetta come un luogo magico e misterioso fatto di alte cime, laghi incontaminati e prati verdi. Nonostante il terremoto di due anni fa abbia messo in seria difficoltà quest’area, la sua bellezza non è assolutamente cambiata, così come l’anello escursionistico di circa 120 km che gli gira intorno. Gli amici del concessionario dei nostri bagni mobili per la provincia di Ascoli Piceno e Fermo, Torquati Servizi srl, ci hanno raccontato che ci vogliono circa nove giorni per completarlo, e che immergersi nella natura di questo luogo fuori dal tempo è il modo migliore per incontrare specie protette come l’aquila reale e il lupo.

Dunque, zaino in spalla, e tutti nelle Marche!

Send this to a friend