Iscriviti alla newsletter

Back

Dopo aver mangiato l’impossibile sotto le Feste, è ora di rimettersi in forma. Ecco alcune delle diete più strane che abbiamo trovato online.

“Q

uando c’è sentimento, non c’è mai pentimento”, almeno secondo quei saggi cantori che furono i Neri per Caso. E invece no! Guai che le gioie diventino troppe! Dopo esserci ammazzati di panettone e aver nuotato in vasche di crema al mascarpone che neanche Michael Phelps,coperti di rimorso e vergogna Fantozziani ci trasciniamo verso l’ufficio con pesi da cinque kili legati alle caviglie. Oppure ci mettiamo a dieta. Il modo migliore è quello di affidarsi a un professionista che ci aiuti a smaltire i cotechini in modo sano e equilibrato. Purtroppo però non è sempre così, e spesso ci si lancia in crociate dimagranti degne del Dr Birkermeier: 20 giorni di digiuno assoluto, torture psicologiche annesse.

Eccone alcune tra le più famose:

Detox

La dieta Detox

Resa famosa da molte celebrities, questa dieta si basa sul principio “scientificissimo” che se non si mangia si dimagrisce.

Cosa Fare: alla mattina bere un intruglio di acqua, sale; durante la giornata, il succo di un limone, sciroppo d’acero, pepe di cayenna; di notte, un buon tè lassativo.

Suggerimenti: Non allontanatevi mai dal bagno e tenete a portata di mano il numero del concessionario Sebach più vicino se vi trovate fuori casa.

Risultati: Dimagrimento assicurato ma destinato a scomparire non appena tornerete a nutrirvi.

Quoziente punitivo: Via Crucis.

Omogeneizzati

La dieta dell’omogeneizzato

Un altra grande favorita dei VIP, ringiovanisce attraverso la somministrazione di omogeneizzati al posto del normale cibo.

Cosa Fare: Mangiare fino a 16 vasetti di omogeneizzato al giorno.

Suggerimenti: Scegliere un bavaglino tono su tono, pare favorisca la motivazione.

Risultati: Probabili deficit nutritivi e possibile regressione a stadi di sviluppo infantili.  In alcuni casi, è stata registrata la perdita di denti per inutilizzo.

Quoziente punitivo: Chiamare Mamma non vi aiuterà.

Dieta del Creatore

Dieta del Creatore

Prendendo esempio dal digiuno di Gesù nel deserto per 40 giorni, questo regime divide il cibo in sacro e profano e predica il ritorno alle materie prime.

Cosa Fare: Eliminare tutti i cibi non giudicati “puri” secondo l’antico Testamento, pregare quando si ha fame.

Suggerimenti: Tenere a portata di mano una corona del rosario in caso di cedimenti.

Risultati: Tra le varie follie che circolano, questa è una delle meno assurde visto che include molta frutta, cereali, alcuni di tipi di carne e pesce. Comunque ben poco scientifica.

Quoziente punitivo: Quaresimale.

Zuppe

Dieta della zuppa

Un grande classico dei primi anni 2000, ha conosciuto il suo picco di popolarità attraverso la sua diffusione via fax tipo catena di S.Antonio.

Cosa Fare: Per una settimana ci si nutre solo di una zuppa il cui ingrediente principale è il cavolo, e di poco altro.

Suggerimenti: Come con la Detox di cui sopra, tenersi vicini a un bagno. E sottovento, in caso di navigazione.

Risultati: Perdita sconsiderata e a breve termine di peso causata dalla mancanza di elementi nutritivi essenziali. Perdita di amici causa flatulenze demoniache da eccessivo consumo di cavolo.

Quoziente punitivo: Non aprite quella porta.

Dieta delle lenti blu

Dieta delle lenti blu

L’idea è quella di cambiare il colore del cibo per renderlo meno appetitoso e quindi far passare la fame.

Cosa Fare: Letteralmente, indossare delle lenti blu ogni volta che si mangia.

Suggerimenti: In mancanza di occhiali da sole blu, incollare all’interno delle lenti una foto del dott. dr Nowzaradan che giudica le vostre scelte alimentari.

Risultati: Molto buonumore e sfottò incontrollati da parte di amici e parenti, forse la perdita di un paio d’etti.

Quoziente punitivo: So’ ragazzi.

Send this to a friend