Iscriviti alla newsletter

Back

Ci sono poche cose che mettono in imbarazzo le persone come i rumori che provengono dal bagno. Ecco alcune idee per stare sereni.

Poche cose nella storia dell’evoluzione umana hanno messo a prova il nostro ingegno come i servizi igienici. Saremo anche di parte, ma basta entrare in un bagno, non importa se un bagno mobile o il bagno di casa, per rimanere stupiti da tutte le piccole diavolerie che ci rendono la vita più facile. Dal porta-rotolo, allo spazzolino, allo sciacquone, ci siamo ingegnati a fare di tutto per rendere un compito così fondamentale anche un po’ meno “scomodo”.

In tutte queste migliorie, una sola nota stonata accomuna la maggior parte dei bagni del mondo: il rumore. Si perché andare al bagno è un’operazione paradossale: così naturale da accomunare tutti gli esseri viventi, eppure ancora così piena di imbarazzo che viene svolta nel terrore che qualcuno possa accorgersi che siamo umani.

Ecco quindi 5 consigli utili per sopravvivere alle visite al bagno e coprire eventuali rumori molesti.

1 – Insonorizzare il bagno

Perfetta per i bagni di casa, un po’ meno per i bagni mobili. Senza ricorrere a costosissime opere di rifacimento di intonaci, basta distribuire asciugamani, paraspifferi, tende etc. in giro per la stanza da bagno in modo che assorbano il rumore.

2 – Il telone dei pompieri

L’immagine è di quelle che segnano, ma uno dei metodi più collaudati per far fronte al rumore nei bagni, soprattutto quelli affollati, e quello di mettere della carta igienica sul fondo della tazza prima dell’utilizzo. In questo modo, qualsiasi cosa voi decidiate di depositare, atterrerà sulla carta e non nell’acqua. Ci siamo capiti.

3 – Il rumore dell’acqua

Una delle tecniche più diffuse vuole che si apra l’acqua del rubinetto o della doccia mentre si è impegnati a fare altro. Sicuramente funziona, ma causa anche lo spreco di un sacco di acqua. Meglio quindi scaricarsi una bella app che simula lo scroscio dell’acqua tipo Akatu, che permette di regolare il volume dei suoni riprodotti a seconda delle necessità e non produce sprechi.

4 – Aggiustate l’asse e le tubature

Se il vostro problema non è di natura biologica, ed è invece proprio il rumore del bagno ad infastidirvi, basta aggiustare l’asse in modo che non faccia più quel rumorino fastidioso ogni volta che vi ci sediate sopra. Senza dover cambiare tutto, basta comprare dei piccoli gommini e attaccarli tra l’asse e la ceramica. Idem per gli sciacquoni rumorosi: basta un controllo del vostro idraulico per risolvere il problema di fischi, sinfonie idriche e risparmiare un bel po’ di acqua nel frattempo.

5 – La filodiffusione

Se proprio niente funziona, allora  regalatevi un bagno sciccoso con la filodiffusione. Se però vi sembra eccessivo, potete sempre portarvi una radio, cantare a squarciagola, o fingere di litigare con un amico immaginario. Sicuramente coprirete i rumori, ma non possiamo esattamente garantire la reazione dei vostri vicini.

Send this to a friend