Iscriviti alla newsletter

Back

Come ci si deve comportare in spiaggia? 10 pratiche regole per non essere mandati a fare un bagno dai vicini.

Stessa spiaggia stesso mare, ma teniamo ben presente che se si vuole poter tornare agli stessi bagni, la parola chiave è una, e una sola: reputazione.

E la reputazione ce la si fa attraverso un’impeccabile osservanza dei 10 comandamenti del bagnante gentiluomo (o gentildonna):

1) Non avrai altro cibo al di fuori di quello servito al baracchino della spiaggia. Bene portarsi le acciughe sottovuoto e la teglia di melanzane, ma se vi becca il  bagnino fateli scivolare sotto la sdraio del vicino. Ve ne sarà grato.

2) Non urlerai. Mai. In nessuna circostanza. Nemmeno se Giggino è stato sepolto vivo e di lui  non rimane che il cranio tondo che emerge dalla sabbia come un pallone da calcio. Nemmeno se Gessica vuole fare il bagno un’ora e cinquantasette minuti dopo aver mangiato.

3) Non desidererai la roba d’altri. Va beh, questa è la base proprio. Se qualcuno va a fare il bagno non rubategli la Gazzetta – o la/il fidanzato/a – dalla sdraio.

4) Santificherai la Regina della spiaggia. Ce n’è sempre una, e di solito è di Milano. Ha circa settant’anni, non sta al sole ma è abbronzatissima, viene nello stesso stabilimento da quando i costumi si facevano con la lana. Arriva a giugno, va via a settembre. E tutti, tutti, le fanno un cenno, cercando approvazione.

5) Non butterai le sigarette in spiaggia. I tempi dell’edonismo sono finiti,  stiamo annegando in un mare di spazzatura, e fumare non va praticamente più di moda. Sappiatevi regolare.

6) Non sbatterai l’asciugamano  controvento. Ovvio, direte voi. E allora come mai quando qualcuno lascia la spiaggia si scatena regolarmente un polverone tipo Marathon des Sables?

7) Non camminerai sull’asciugamano  del vicino. Nè tu, nè i figli dei tuoi figli fino alla quinta generazione. Non importa se la sabbia scotta. Mettetevi i sandaletti.

8) Metterai le cuffie al telefono/Ipad/grammofono. Magari hai appena scoperto un nuovo gruppo indie, oppure proprio la voglia di riascoltare il tormentone dell’estate si è fatta incontenibile, ma credici se ti diciamo che chiunque ascolti la musica senza cuffie in pubblico viene risentito da tutta la spiaggia.

9) Tirerai l’acqua e terrai puliti i bagni della spiaggia come se il destino del mondo dipendesse da te. Che è anche un po’ vero. In caso di bagni mobili, la stessa regola vale doppio.

10) Porterai con te i tuoi rifiuti e non farai diventare la spiaggia una discarica a cielo aperto. Pena il ritorno a casa in pattino. In autostrada.

Send this to a friend