Iscriviti alla newsletter

Back

Nel mese in cui facciamo i conti con le conseguenze dei nostri eccessi, le tisane ci vengono in aiuto per risolvere i nostri psicodrammi da bagno. Eccone alcune.

Gennaio è il mese che più di tutti ci mette di fronte alle conseguenze dei nostri peccati di gola. Siamo d’accordo, è difficile mettere da parte il torrone per la bresaola, eppure ogni anno ci ritroviamo a ricominciare da capo, solo più cicciotti. Oltre alle interminabili sessioni in palestra e le tristissime cene a colpi di insalata e petto di pollo, le tisane rimangono protagoniste indiscusse di questo periodo di pentimento. Soprattutto per le magagne intestinali. Stitichezza? Gonfiore? Indigestione? Non c’è niente a cui Madre Natura non abbia pensato. Perchè certe volte si ha solo bisogno di una tazza di tisana, e un bagno nelle vicinanze.

Ecco allora a che piante rivolgersi #nelmomentodelbisogno.

Mangiato troppo? Ci vuole la menta

Mangiato troppo cappone? Nessun problema! Un bel tisanone di menta piperita vi farà tornare come nuovi. Pare infatti che quest’erba aiuti ad alleviare i sintomi della sindrome da colon irritabile, oltre che a sostenere la digestione. Posto che quel secondo piatto di cotechino a capodanno forse potevate evitarvelo.

Nauseone da gara? Tisana allo zenzero

Aveva ben ragione Elio a decantare le proprietà dello zenzero a Natale: questa radice, infatti, si rivela essere un ottimo alleato per recuperare le funzioni digestive dopo le Feste. In particolare, pare aiutare molto con la nausea e il senso di pienezza causati dai tuffi nella pentola della ribollita.

Vi manca il bagno? Cercate il finocchio

Uno dei rimedi della nonna più diffusi al mondo, la tisana di finocchio aiuta la digestione e allevia la costipazione. In poche parole, se non riuscite ad andare in bagno c’è una possibilità molto grande che un bella tazza di finocchio vi dia una marcia in più. Ci siamo capiti.

Vi manca tantissimo il bagno? Andate fuori di senna

Sempre in tema di costipazione, la tisana di senna è il corrispondente bevibile di una bomba atomica: in secula seculorom è stata usata per aiutare gli intestini più prigri a riattivarsi. Per questo motivo, è sconsigliata a chi soffre di dissenteria e sindrome del colon irritabile, e anche per chi si trovi fuori casa lontano da qualsiasi servizio.

Gonfi come otri? Ci vuole la melissa

È inutile fare le primule innocenti, conosciamo benissimo i pericoli del gonfiore addominale. In caso abbiate intenzione di tenervi la/il findanzata/o o anche solo degli amici, fatevi una bella tazza di melissa, famosa per combattere le gassosità eccessive. Vi ringrazieranno tutti.

Send this to a friend